CUM DUCO di Stefano D'Amico. Per info e prenotazioni +39 331.5656776

Visita guidata a Civitanova e la Signoria degli Sforza Cesarini il ducato di Civitanova e la signoria degli Sforza Cesarini e dintorni

  • civitanova-corso
  • civitanova-palazzo
  • civitanova-panorama
  • civitanova-part-del-borgo
  • civitanova-part-pal-ducale
  • civitanova-part
  • civitanova-piazza
  • civitanova-porta-zoppa-1
  • civitanova-portale-a-caro-1
  • civitanova-portale-s-agostino
  • civitanova-s-francesco
  • civitanova-stemma-s-marone
  • corridonia-casa-corridoni
  • corridonia-piazza-corridoni
  • corridonia-s-francesco-ok
  • corridonia-s-pietro
  • montecosaro-borgo-7
  • moorovalle-piazza
  • morrovale-chiesa
  • morrovalle-borgo-6
  • morrovalle-borgo
  • morrovalle-comune
  • morrovalle-pal-roberti-belli
  • morrovalle-part-1
  • morrovalle-part-3
  • morrovalle-part-camp-3
  • morrovalle-part-camp
  • morrovalle-part
  • morrovalle-part_0
  • morrovalle-piazza-2
  • morrovalle-porta-1
  • museo-del-presepe-morrovalle
  • s-claudio-absidi
  • s-m-pi%c3%a8-di-chienti-absidi
  • s-m-pi%c3%a8-di-chienti-int
  • san-claudio-fronte

Descrizione del percorso:

Parziale filo conduttore del presente percorso nella prima parte della giornata è l’antico territorio del piccolo Ducato di Civitanova che Papa Giulio III concesse agli Sforza -Cesarini nel 1551 e che poi papa Sisto V elevò alla dignità ducale. Al destino di Civitanova, ancora arroccata nel suo borgo medievale, chiuso nelle mura fatte erigere da Francesco Sforza nel 1440, fu unito quello della vicina Montecosaro, elegantissimo borgo anch’esso medievale, che si scoprirà con un piacevolissimo passeggio tra le sue tortuose viuzze cariche di storia. Il pomeriggio verrà dedicato alla visita guidata del borgo di Morrovalle, feudo dei Lazzerini, ed alla città di Corridonia per molto tempo centro politico della Marca

Svolgimento del percorso:

Mezza Giornata “A” : Mattino (durata h 3,00)

1) Visita al Borgo medievale di Civitanova Alta: Il percorso ha inizio nel suggestivo borgo storico di Civitanova Alta, città madre dell’odierna Porto Civitanova che si estende lungo il litorale Adriatico. Nel centro è visibile il palazzo Ducale degli Sforza-Cesarini che contiene importanti affreschi di Pellegrinno Tibaldi. Molto suggestivo è il bel centro dove si toccheranno le chiese di sant’Agostino, San Paolo e San Francesco. Nel centro
nacque il famoso latinista Annibal Caro, traduttore dell’Eneide la cui casa natale ospita oggi un bel museo di arte contemporanea che contiene opere di tutto riguardo di autori come Ligabue, Gottuso,Tulli,Morandi e Manzù. Il vicino teatro storico, integro con i suoi palchi originali, è anch’esso intitolato al grande letterato rinascimentale.
2) Visita all’abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti. L’abbazia, del 1125, è una delle tre italiane che conservino evidente l’influenza cluniacense nell’abside radiale con deambulatorio. Corretta nella sua architettura originale nel XIV secolo con il rialzamento del presbiterio che ne rese così caratteristica e suggestiva l’architettura, l’abbazia è oggi una delle più affascinanti dell’intera regione Marche.
3) Visita al Borgo medievale di Montecosaro: il borgo conserva ancora leggibile la sua originale forma di castrum trecentesco di cui restano visibili notevoli tratti di mura e torri rompi tratta che oggi ospitano al loro interno il graziosissimo borgo seicentesco. Sorto intorno alla Pieve di San Lorenzo, il centro è oggi caratterizzato dalla mole imponente dell’antico centro agostiniano che oggi ospita la sede comunale. Nel palazzo si
conserva un bel sarcofago d’età romana mentre nella chiesa è custodito un prezioso reliquiario d’arte bizantina.
nella piazza è la collegiata, sorta sulle ceneri dell’antica pieve di San Lorenzo di cui conserva un crocifisso.

Mezza Giornata “B” : Pomeriggio (durata h 3,00)

3) Visita al Borgo medievale di Morrovalle: feudo della potente famiglia dei Lazzarini, questo borgo medievale è in perfetta continuità con i graziosi centri visitati nella prima parte della giornata. La visita si raccoglie nel piccolo centro storico principiando con l’ingresso alle chiese di San Bartolomeo e di Sant’Agostino. E’ in particolare nei sotterranei di quest’ultima che è ambientato lo straordinario Museo del Presepe. Vi vengono
conservati ben 500 tipi diversi di natività realizzate con i più impensati materiali .Il percorso procederà quindi con l’illustrazione dei bei palazzi storici del borgo. In particolare il bel Palazzo Lazzerini, che conserva interessanti architetture gotiche ed è sede dei musei civici che raccolgono opere pittoriche del XVI e XVII secolo e materiali relativi all’antico Monte di Pietà. Lungo l’asse maggiore si illustreranno quindi il Palazzo
Comunale e quello detto del Podestà, ancora sormontato dagli originali merli ghibellini. In ultimo si toccherà Palazzo Roberti, del XVI secolo, dove la Marchesa omonima ospitò più volte il poeta romano Giuseppe Gioachino Belli, di cui fu una delle muse ispiratrici ed alla quale dedicò dei sonetti.
4) Visita all’abbazia di San Claudio al Chienti, classificata dal d’Ossat come una delle quattro deutero bizantine delle Marche, la chiesa- con evidenti influenze ravennati e siriache, ha pianta quadrata a due livelli secondo il modello palatino e con croce greca iscritta. L’elegante coppia di campanili ravennati ed il bel portale superiore completano l’architettura di questo gioiello medievale.
5) Visita alla città di Corridonia : termina la giornata la visita alla città di Corridonia, già Montolmo e così ribattezzata nel ventennio in onore del sindacalista Filippo Corridoni. Il centro, che ebbe grande gloria nel Medioevo come castello munitissimo da Francesco Sforza, conserva al centro la bella chiesa di san Francesco ( Sec XI), e quella di San Pietro ricostruita in modo molto elegante dal Valadier su di una chiesina del XIII
secolo. In particolare, all’interno, vi è custodita una sorprendente raccolta di opere di inestimabile valore,tra le quali la famosa “Madonna dell’Umiltà”di Andrea da Bologna (1372),un San Francesco di Assisi del Sassetta ( 1425), sei magnifiche sezioni di un Polittico dei fratelli Vivarini (1462), una Madonna con Bambino di Carlo Crivelli (1468), un trittico di Lorenzo d’Alessandro ( 1481), una Pala di Vincenzo Pagani (1517) ed
un capolavoro del Pomarancio risalente al 1605. Nel palazzo Persichetti è invece raccolta la pinacoteca civica che conserva tra le altre, un’opera di Durante Nobili . Termina la visita il museo dedicato al Sindacalista Filippo Corridoni che è un autentico spaccato del sindacalismo prima della Grande Guerra.

 

 PersoneCosto a personaCosto complessivo
tariffe indicative della provincia di macerata, contattare la guida x tariffe personalizzate in convenzione
Mezza giornata ADa 1 a 5 persone16.00 €80.00 €
Mezza giornata ADa 6 a 20 persone-100.00 € + 2€ per ogni persona aggiuntiva
Mezza giornata BDa 1 a 5 persone16.00 €80.00 €
Mezza giornata BDa 6 a 20 persone100.00 € + 2€ per ogni persona aggiuntiva
Giornata InteraDa 1 a 5 persone160.00€
Giornata interaDa 6 a 20 persone200.00 € + 4€ per ogni persona aggiuntiva

DURATA DEL PERCORSO:
Mezza giornata A – Mattino : h 3.00
Mezza giornata B – Pomeriggio : h 3.00

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
COSTI DEGLI INGRESSI PER GRUPPI:

Biglietto al Museo Moretti di Civitanova Alta: €
2) Costo del Biglietto al museo del Presepe :
3) costo del biglietto a Palazzo Lazzerini: gratuito
4) Costo del biglietto alla Pinacoteca di San Pietro : offerta libera
5) Costo del biglietto al Museo civico e
Di Filippo Corridoni a Corridonia € :

  • L’Arte che salva

    L'Arte che salva

    Museo Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto Loggiato superiore del Palazzo Apostolico

Contributi Fotografici
Cum Duco di Stefano D’Amico-Via F.lli. Brancondi 128 -60025 Loreto (An) P. Iva 02583600420 mail: info@guidamico.it
Guida Turistica Abilitata dalla Provincia di Macerata ai sensi della legge Regione Marche n° 4 / 1996
e dalla Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto
web agency
Privacy Policy