CUM DUCO di Stefano D'Amico. Per info e prenotazioni +39 331.5656776

Visita guidata a Matelica La signoria degli Ottoni e lo splendore delle arti a cavallo tra Fabriano e Camerino

  • 12-teatro-comunale-interno
  • cucina
  • foto-fontana-e-torre-civica
  • 0 R
  • sala-carrozza
  • sala-curiosit%c3%a0
  • salone-degli-arazzi
  • torre-civica-municipio-e-cattedrale-di-smaria

Descrizione del percorso:

Il percorso di visita guidata di mezza giornata riguarda una delle città più ricche di storia e di arte dell’’intera provincia di Macerata. La sua vicinanza al confine appenninico fa si che fortissima sia stata nei secoli l’influenza umbra, che ne ha in gran parte condizionato il gusto, la cultura e la spiritualità. E’proprio tra Fabriano e Matelica infatti che San Francesco d’Assisi girovagava per raggiungere tutti quegli insediamenti benedettini, spesso abbandonati, che si inerpicavano sulle falde del Monte San Vicino. Ed è di conseguenza proprio tra le mura di Matelica che si trova una delle più antiche e ricche chiese dedicate al frate di Assisi nonché una delle più venerate clarisse, quale è la Beata Mattia.
Politicamente collocata tra la potenza dei da Varano signori di Camerino a Sud e quella dei Chiavelli, signori di Fabriano a Nord, Matelica trovò negli Ottoni i signori ed i committenti che le diedero pace e prosperità finche alla fine del XVI secolo non tornò alla Chiesa. Questo percorso storico ha lasciato magnifica traccia di se nelle chiese, nei palazzi, nelle piazze e nelle mura che saranno oggetto di questa visita guidata.

Svolgimento del percorso:

Mezza Giornata “A” : Mattino (durata h 3,00)

1) Visita alla città di Matelica. Il percorso ha inizio Palazzo Finaguerra che conserva le vestigia archeologiche dell’antica Matilica. In particolare, oltre agli splendidi corredi funerari di età picena, relativi al periodo orientalizzante ( VIII-VII secolo A,C) il museo conserva un eccezionale reperto noto come il “Globo di Matelica”, sfera ellenistica in marmo pentelico sulla cui funzione astronomica e matematica moltissimi si sono interrogati. Non appena all’uscita del Museo è d’obbligo la visita , nella piazza adiacente, del Tempio dedicato a San Francesco indubbiamente uno dei più ricchi d’arte della regione e forse d’Italia. Al suo interno sono presenti opere di Marco Palmezzano (la sua pala è un capolavoro assoluto), nell’abside affreschi (per gran parte coperti dall’intonaco) attribuiti ad Allegretto Nuzi e risalenti all’ultimo quarto del ‘300; un trittico del matelicese Luca di Paolo nella cappella degli Ottoni; per poi arrivare al ‘500 con opere sempre altissime dei de Magistris di Eusebio da San Giorgio e del Ramazzani. La visita avrà quindi un suo momento d’eccellenza con l’ingresso al palazzo Piersanti, residenza gentilizia del XV secolo oggi trasformata in un museo che molto ricorda palazzo Strozzi a Firenze. Il palazzo, che oltre agli arredi originali conserva tanta parte del patrimonio ecclesiastico delle chiese oggi sconsacrate fuori e dentro Matelica, è un altro scrigno di gioielli artistici di altissimo pregio. Al termine della visita (svolta da personale interno al Museo) si prosegue quindi con la visita alla cattedrale che al suo interno, oltre alle opere poste nella navata e nelle cappelle absidali, ha un interessante museo d’arte sacra. Usciti dalla cattedrale si svolgerà un itinerario a passeggio tra le vie del centro che permetterà la visita ad altri gioielli architettonici ( Piazza Mattei, con la bella fontana ottagonale e la torre civica nonché il palazzo del Comune, Palazzo Ottoni, la Loggetta Aerea) e ad altre chiese, come quella del Suffragio, a croce greca, che conserva un capolavoro di Salvator Rosa; e della Beata Mattia, verso la quale la devozione è tuttora fortissima. La giornata di visita a Matelica terminerà con l’ingresso al teatro Piermarini, uno dei più bei teatri storici della Regione.

PersoneCosto a personaCosto complessivo
tariffe indicative della provincia di macerata, contattare la guida x tariffe personalizzate in convenzione
Da 1 a 5 persone16.00 €80.00 €
Da 6 a 20 persone-100.00 € + 2€ per ogni persona aggiuntiva

DURATA DEL PERCORSO:
Mezza giornata A – Mattino : h 3.00

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
COSTI DEGLI INGRESSI PER GRUPPI:

1) Biglietto Museo Archeologico € 2,00 ;
2) Biglietto d’ingresso Palazzo Piersanti € 2,00

  • L’Arte che salva

    L'Arte che salva

    Museo Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto Loggiato superiore del Palazzo Apostolico

Contributi Fotografici
Cum Duco di Stefano D’Amico-Via F.lli. Brancondi 128 -60025 Loreto (An) P. Iva 02583600420 mail: info@guidamico.it
Guida Turistica Abilitata dalla Provincia di Macerata ai sensi della legge Regione Marche n° 4 / 1996
e dalla Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto
web agency
Privacy Policy